background image
[80]
IL CARICO DI LAVORO
5.2.3 PRESCRIZIONI FARMACEUTICHE
L'analisi mostra nel corso degli anni 2003-2007 una sostanziale stabilitÓ del numero di prescrizioni farmaceutiche
da 73,0/100 contatti nel 2003 a 72,5/100 contatti nel 2007 (Figura 5.2i). ╚ interessante rilevare una maggiore
prevalenza nel numero di prescrizioni nelle regioni del Centro (74,9/100 contatti) e del Sud (75,0/100 contatti)
rispetto al Nord, in totale controtendenza rispetto a quanto registrato per indagini diagnostico-strumentali e visite
specialistiche (Figura 5.2l).
Un altro dato in controtendenza risulta quello relativo alle prescrizioni per fasce di etÓ, dove si riscontra un
correlazione positiva tra numero di contatti culminati in una prescrizione farmaceutica ed etÓ del paziente (Figura
5.2m)
. I risultati indicano infatti un numero di contatti con prescrizioni pari a 54,5 nella fascia di etÓ 15-24 fino a
82,7 nella fascia degli ultra 85enni. Infine, nonostante un leggero aumento, non si osserva alcun trend significativo
in relazione al grado di severitÓ clinica dei pazienti, espresso tramite il Charlson Comorbidity Index (Figura 5.2n).
Questi dati sono in linea con tutte le analisi sull'uso dei farmaci e confermano un approccio terapeutico incentrato
principalmente sull'uso di farmaci nelle fasce di etÓ pi¨ avanzate.
Figura 5.2i Numero di contatti culminati con almeno una prescrizione farmaceutica (su 100 contatti) negli anni
2003-2007
5.2.3 Prescrizioni farmaceutiche
L'analisi mostra nel corso degli anni 2003-2007 una sostanziale stabilitÓ del numero di prescrizioni
farmaceutiche da 73,0/100 contatti nel 2003 a 72,5/100 contatti nel 2007 (Figura 5.2i). E' interessante
rilevare una maggiore prevalenza nel numero di prescrizioni nelle regioni del Centro (74,9/100 contatti) e
del Sud (75,0/100 contatti) rispetto al Nord, in totale controtendenza rispetto a quanto registrato per
indagini diagnostico-strumentali e visite specialistiche (Figura 5.2l).
Un altro dato in controtendenza risulta quello relativo alle prescrizioni per fasce di etÓ, dove si riscontra un
correlazione positiva tra numero di contatti culminati in una prescrizione farmaceutica ed etÓ del paziente
(Figura 5.2m). I risultati indicano infatti un numero di contatti con prescrizioni pari a 54,5 nella fascia di
etÓ 15-24 fino a 82,7 nella fascia degli ultra 85enni. Infine, nonostante un leggero aumento, non si osserva
alcun trend significativo in relazione al grado di severitÓ clinica dei pazienti, espresso tramite il Charlson
Comorbidity Index (Figura 5.2n). Questi dati sono in linea con tutte le analisi sull'uso dei farmaci e
confermano un approccio terapeutico incentrato principalmente sull'uso di farmaci nelle fasce di etÓ pi¨
avanzate.

Figura 5.2i Numero di contatti culminati con almeno una prescrizione farmaceutica (su 100 contatti) negli
anni 2003-2007
73,1
72,1
72,9
70,3
72,6
73,0
71,8
72,3
69,9
72,5
73,0
71,9
72,6
70,0
72,5
0
20
40
60
80
100
2003
2004
2005
2006
2007
Pr
e
s
c
ir
zion
i
f
a
r
ma
c
e
u
t
ic
h
e
/10
0
c
on
t
a
t
t
i
Maschi
Femmine
Totale