background image
[78]
IL CARICO DI LAVORO
5.2.2 VISITE SPECIALISTICHE
L'analisi mostra nel corso degli anni 2003-2007 un aumento del numero di visite specialistiche da 12,8/100 contatti
nel 2003 a 13,3/100 contatti nel 2007 ed un picco registrato nel 2006 (14,4/100 contatti) (Figura 5.2e). ╚
interessante rilevare una maggiore prevalenza nel numero di richieste per visite specialistiche nelle regioni del Nord-
ovest (14,0/100 contatti) e Nord-est (15,6/100 contatti) nel corso del 2007 rispetto al Centro ed al Sud (Figura
5.2f)
.
Inoltre appare interessante rilevare la relazione inversa tra aumento dell'etÓ (Figura 5.2g) e severitÓ clinica del
paziente (Figura 5.2h) con il numero medio di visite specialistiche su 100 contatti. Una possibile spiegazione
potrebbe essere imputabile al fatto che i pazienti pi¨ anziani con maggiore comorbilitÓ sono affetti principalmente
da patologie croniche controllate adeguatamente dal MMG. Una seconda spiegazione risiede nel fatto che questi
pazienti frequentano spesso l'ambulatorio del MMG e pertanto abbassano la prevalenza di visite specialistiche
rispetto al totale dei contatti effettuati.
Figura 5.2e Numero di contatti culminati con almeno una visita specialistica (su 100 contatti) negli anni 2003-
2007
5.2.2 Visite specialistiche
L'analisi mostra nel corso degli anni 2003-2007 un aumento del numero di visite specialistiche da 12,8/100
contatti nel 2003 a 13,3/100 contatti nel 2007 ed un picco registrato nel 2006 (14,4/100 contatti) (Figura
5.2e)
. E' interessante rilevare una maggiore prevalenza nel numero di richieste per visite specialistiche
nelle regioni del Nord-ovest (14,0/100 contatti) e Nord-est (15,6/100 contatti) nel corso del 2007 rispetto
al Centro ed al Sud (Figura 5.2f).
Inoltre appare interessante rilevare la relazione inversa tra aumento dell'etÓ (Figura 5.2g) e severitÓ
clinica del paziente (Figura 5.2h) con il numero medio di visite specialistiche su 100 contatti. Una
possibile spiegazione potrebbe essere imputabile al fatto che i pazienti pi¨ anziani con maggiore
comorbilitÓ sono affetti principalmente da patologie croniche controllate adeguatamente dal MMG. Una
seconda spiegazione risiede nel fatto che questi pazienti frequentano spesso l'ambulatorio del MMG e
pertanto abbassano la prevalenza di visite specialistiche rispetto al totale dei contatti effettuati.

Figura 5.2e
Numero di contatti culminati con almeno una visita specialistica (su 100 contatti) negli anni
2003-2007
12,9
13,6
13,6
14,5
13,3
12,7
13,4
13,5
14,4
13,3
12,8
13,5
13,5
14,4
13,3
0
5
10
15
20
25
2003
2004
2005
2006
2007
Vi
s
i
t
e

s
p
e
cia
l
i
s
t
i
ch
e
/1
0
0

con
t
a
t
t
i
Maschi
Femmine
Totale